Covid 19 non ferma il virtual commissioning di un impianto frigorifero all’estero

9 Lug 2020

Il 2020 verrà sicuramente ricordato nella storia dell’umanità per la grave pandemia di CoronaVirus che in pochi mesi ha colpito il mondo intero e messo in ginocchio l’economia mondiale.

Le restrizioni attivate e tuttora  in vigore nei diversi Stati, hanno di fatto reso complessa – ed in taluni casi impossibile – l’organizzazione di trasferte all’estero per assistenze e commissioning.

Virtual commissioning: la nostra esperienza.

In questo contesto, Sepam  ha accelerato e finalizzato un progetto  mirato al rafforzamento  dei sistemi di simulazione e di virtual commissioning  degli impianti  a prescindere  dallo loro disponibilità   e presenza on- site del personale tecnico. Nel pacchetto di  azioni  predisposte, si evince l’installazione di un nuovo server dedicato esclusivamente  ad attività di  assistenza remota, provvisto di innovative    soluzioni informatiche  e tools di progettazione e sviluppo dedicati ad ogni applicazione. Di fatto una Virtual  Engineering Station  remota per ogni impianto.

L’attività di commissioning effettuata dai nostri uffici, è relativa all’ampliamento di una centrale frigorifera  installata presso un importante industria lattiero-casearia ubicata in Bielorussia. Installazione meccaniche, piping ed equipaggiamento elettrico erano state completate entro marzo.  Le esigenze produttive  e l’approssimarsi della stagione  estiva, non consentivano ulteriori ritardi.

Il sistema di controllo del  primo impianto,  era stato realizzato da Sepam nel 2012. Una sala macchine composta da 4 compressori, condensatori, vasche di accumulo acqua gelida, scambiatore per glicole, separatore e relative utenze. Al centro del sistema, un  PLC Siemens S7-300  ed un interfaccia operatore.

virtual commissioning

L’ampliamento ha richiesto  l’installazione di un nuovo compressore frigorifero a vite con motore  asincrono 250 kW azionato da inverter, una vasca di accumulo di acqua gelida con relative utenze ( pompe ammoniaca, pompe acqua, soffianti, ghiacciostati, sensoristica), un nuovo separatore ed un nuovo serbatoio ammoniaca.

L’azienda opera in regime permanente h24;  per il commissioning non erano previste sospensioni delle attività  produttive   ma bensì  continuità operativa dell’intero impianto frigorifero.

Innanzitutto, è stato predisposto un sistema di connessione remota ridondante, una connessione VPN configurata direttamente dal cliente e, quale ulteriore garanzia di continuità, un router VPN industriale installato all’interno dell’apparecchiatura fornita da Sepam. Tutti i principali apparati  costituenti il sistema di controllo sia  dell’impianto esistente che dell’ampliamento ( CPU,  Siemens S7, moduli periferici, HMI, SCADA  Win CC e Servostistemi Siemens G 120 ), sono connessi in rete e pertanto completamente visibili e compilabili da remoto. Da ultimo, l’indispensabile  e proattiva cooperazione di un tecnico  on-site che –  costantemente supportato e coadiuvato da Sepam  – ha seguito l’intero iter sino al perseguimento degli obiettivi prefissati.

La  prima fase di pre-commissioning, (  verifica dei cablaggi, test I/O, linearizzazione sensori, autotuning motori,  verifiche grandezze fisiche, cold-test, etc. ) è stata realizzata  utilizzando una CPU  dedicata  alle sole prove. Al termine di queste operazioni, è stata  effettuata una simulazione  utilizzando tutti i parametri precedentemente definiti allo scopo di confermarne la valenza nella fase di “ aggancio “ all’impianto esistente e funzionante. Con questa modalità si è azzerato il tempo di fermo garantendo  continuità di esercizio.

Aggiornato l’intero SW con il rilascio della nuova revisione, il  commissioning è proseguito con il test funzionale  in automatico delle nuove utenze  completamente integrate con il resto dell’impianto. Sono stati altresì  aggiornati tutti i sistemi di interfacciamento uomo-macchina, il sistema di supervisione ed alcuni pannelli operatore dislocati in diverse aree. E’ quindi iniziata la fase di analisi del tracking, dei valori   di efficienza – migliorati in ragione delle nuove installazioni – i flussi di energia  ed il rendimento complessivo.

Al termine della attività, il Direttore  Generale ha espresso grande soddisfazione   nei confronti  di  Sepam sia per aver reso operativo l’ampliamento  dell’impianto senza ulteriori ritardi, sia perchè tutte le operazioni sono state eseguite in totale continuità di esercizio.

Soddisfazione doppia, infine, nell’analisi delle prestazioni  dell’impianto che –  ampliato con nuove utenze ed  aggiornato nelle sue funzionalità in accordo alle esigenze  di produzione –  evince una migliore efficienza complessiva.

Ma altre simili sfide ci attendono… e noi siamo Pronti!

 

Controlla i tuoi impianti da remoto

Vorresti adeguare i tuoi impianti e poterli controllare da remoto?